NewsPremio Cerevisia: alla Birra Francisco del Birrificio Jester il 1° Premio del Concorso Nazionale Birre di Qualità

25 Giugno 20180
http://www.birrificiojester.it/wp-content/uploads/2018/12/Erri_Morlacca_Jester_Premio_Cerevisia_2018-1280x709.jpg

L’Azienda agricola biologica Porziuncola di Petritoli che produce la birra agricola Jester prima classificata nella categoria Birre di frumento, nell’ambito del Concorso Nazionale riservato alle birre italiane di qualità, istituito dal BaNAB – Banco Nazionale di Assaggio delle Birre.

Il comitato fondato per volontà della Camera di Commercio di Perugia e di cui fanno parte la Regione Umbria, il CERB, Centro di eccellenza per la ricerca sulla birra dell’Università degli Studi di Perugia, il Comune di Deruta e AssoBirra, Associazione dei birrai e dei maltatori.

A ritirare il premio Erri Morlacca, titolare dell’Azienda agricola Porziuncola e Birrificio agricolo Jester, socio della Cia Confederazione agricoltori di Ascoli e Fermo, nel corso della cerimonia di premiazione svoltasi nei giorni scorsi nella storica cornice del Tempio di Adriano in Piazza di Pietra, sede istituzionale di Unioncamere, a Roma.

“L’orzo che utilizziamo per la maltazione, che poi una volta lavorato si trasforma in birra, è di produzione aziendale. Inoltre ogni ricetta è legata al territorio perché fatta con materie prime locali quali i grani antichi come solina e saragolla, melograno, anice verde di Castignano e miele di ailanto – spiega Erri Morlacca. In particolare con la birra denominata Francisco, stile White Ipa, ho vinto il primo premio nella categoria “Birre di frumento” con il grano saragolla coltivato da un’azienda bio di Petritoli.”

Quello dei giorni scorsi non è il primo riconoscimento per il birrificio agricolo Jester, attivo dal 2015, dato che nella precedente edizione del Concorso nazionale riservato alla birre italiane di qualità, ha ottenuto la medaglia di bronzo con la birra Lunaria, Stile saison ipa, nella categoria birre aromatizzate: una rossa doppio malto speziata con anice verde di Castignano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *